ANDANDO PER MERCATI (parte 2 ) LA CURA DI UNA VOLTA

Ciao!



La scorsa volta ti ho raccontato di una spedizione alla ricerca di qualcosa di speciale ad un famoso mercato dell'antiquariato a 20 minuti da casa, ti ho raccontato delle cartoline francesi vintage, ritraenti donne, dame, regine, felici e orgogliose, del motivo per cui le ho scelte e della collezione che ne è nata.
Come ti ho anticipato, la giornata non era ancora finita e tanto meno i tesori che riuscii a portare a casa.
Proseguimmo il giro e capii definitivamente che nei banchi meno curati e più confusionari c'era sempre qualcosa di interessante, anche se dovevo cercare, anche se il sole picchiava sulle nostre teste.
Dopo un cofanetto inglese in legno (pressoché perfetta)che quasi cento anni fa aveva contenuto sapone made in italy , fu la volta di una ... scatola, contenente una tombola magica... 




Una tombola, edita dalla casa editrice Giuseppe Svizzero, creata come sussidio per le scuole elementari, con il quale le maestre degli anni trenta, in modo giocoso e divertente, insegnavano ai bimbi a leggere e a scrivere, a comporre le parole e l'importanza della calligrafia. 
Quando aprii la scatola ( ancor prima di pagarla) me ne innamorai immediatamente, all'interno si trovano le 35 cartelle della tombola, il cartellone, le griglie con le lettere rimovibili... i normografi con l'alfabeto nei 4 stili... un sogno.
Ho passato settimane a decidere se dovevo o meno usare le cartelle originali per farne dei quaderni. Non ci sono riuscita.
Le ho portate dal tipografo e le ho fatte riprodurre.
Tutto ciò è stato un dispendio economico e di tempo abbastanza consistente ma non troverò mai il coraggio di separarmene. 
La collezione che è nata è molto romantica ed evocativa di un passato che , nonostante le apparenze, sta tornando.
Ogni volta che apro quella scatola le emozioni che mi suscita sono sempre le stesse, e sono quelle che vorrei trasmetterti :
amore per le cose fatte con cura, con diligenza e applicazione
la caparbietà nel tramandare eccellenze italiane, spolverandole, veicolandole, condividendole...
Ogni quaderno porta con se un sorriso di un bambino, una linguetta fuori per l'impegno nello scrivere, un giubilo di orgoglio per essere riuscito a scrivere una parola o per aver vinto una tombola.
Ogni quaderno è un grembiulino e un fiocco, una famiglia che ha fatto sacrifici per mandare quel figlio caro a scuola, in un periodo in cui la cultura era un lusso. 
Infine, ogni quaderno, è un pezzo di quell'uomo che con tenacia dedicò la vita alla produzione di libri e sussidi per la scuola, nato nel 1900, in un paesino del Vicentino...



Commenti

Post popolari in questo blog

COME VEDI IN UN'IMMAGINE LA TUA VITA ?

... le spintarelle, quelle utili.

Riguardo tatuaggi ed emozioni